Il museo dell’arte moderna e realista

Nato da un’idea di Stefano Ruggeri, il Museo Nuova Era venne inaugurato per la prima volta nel settembre del 1995 in seguito ad un progetto portato avanti per 2 anni.
Detto più brevemente Museo Era, attualmente consiste in una delle più importanti raccolte di opere d’arte contemporanea in Italia, dopo quello di Bari. È ospitato nel sontuoso palazzo dallo stile classico dell’Accademia delle Belle Arti, eretto nel XVII secolo dall’architetto Terenzio.

Il suo prestigio crebbe nel corso degli anni, con l’aumento delle opere al suo interno. Subito dopo la sua fondazione avvenne l’acquisizione della raccolta di opere pittoriche del collezionista Francesco Tommasini, desideroso di rendere la sua collezione un vanto della sua città.

Successivamente il museo venne arricchito ulteriormente con le prime opere scultoree: il primo a contribuire fu Giorgio Serenelli, la cui abilità artistica fece aumentare di molto la fama dell’edificio. Ora il museo possiede circa 4.000 sculture dei più famosi espoenti di arte moderna, che documentano la storia e ed il progresso di questa nuova era.

Con opere che spaziano dagli inizi del 20° secolo al più attuale 21° secolo, il Museo Nuova Era accoglie ogni anno più di 45.000 visitatori.

Ma non solo: sono organizzate mensilmente mostre temporanee o eventi culturali in grado di attirare turisti e studenti da ogni parte del mondo. Più del 60% dei visitatori ha dichiarato di essere già stato al museo in precedenza, e di essere tornato in occasione di nuove mostre o, persino, per mostrarlo ad amici e parenti.

 

Si tratta di una mostra unica nel nostro Paese, dal valore incommensurabile. Falla tua per un giorno!