Museo Nuova Era

Il primo museo al mondo sulla finanza

Museo Nuova Aera il primo museo online sul mondo della finanza

Praticamente tutti al mondo sanno che cos’è la Borsa Valori, se non tanto per il suo reale funzionamento, per lo meno che ne hanno sentito parlare, o perché hanno visto qualche articolo sul giornale in cui se ne parlava, o qualche commento durante il telegiornale.

Per quanti hanno approfondito meglio di che cosa si tratta, nel più dei casi si è trattato di investigare la materia per prepararsi al mondo del trading online.

Mondo fantastico e disponibile a tutti quello del trading online, ma il suo fascino mette le radici molto lontano nel tempo.

Museo Nuova Aera vuole essere uno specchio aperto tra il passato del mondo della finanza e il presente.

Toccheremo temi di qualsiasi genere che abbiano come tema principale il mondo della finanza, partendo da aspetti e cenni storici importanti, passando per quali sono le aziende che hanno permesso agli investitori di fare vere e proprie fortune, ma parleremo anche di crisi dei mercati e dei settori, e come la borsa reagisce a tutto questo.

In epoca antica esistevano già delle persone specializzate nello scambio dei valori, per esempio nell’antica Grecia l’incaricato dello scambio e dei prestiti era il Trapezia.

Nel periodo del Medioevo, in Europa, il grosso degli scambi si svolgeva sulle piazze del mercato, che nel corso degli anni si sono sviluppate, creando dei mercati specializzati in diversi settori.

Il termine Borsa deriva da Bruges, il famosa cittadina Belga, che nel XV secolo era teatro di uno dei mercati più grandi ed importanti d’Europa.

La borsa valori come la conosciamo oggi è un’invenzione piuttosto recente. A Parigi nel XIX secolo sono nate alcune aziende in “accomandita per azioni”, seguite a ruota da altre città Europee, tra le quali Lione e Londra.

Come funziona la Borsa Valori?

Nell’epoca contemporanea la Borsa valori ha un potere immenso. Le società quotate in borsa girano ogni giorno cifre di denaro esorbitanti. In poche parole, e semplificando al massimo il compito della borsa valori, possiamo dire che i trader, cioè gli operatori di borsa, raccolgono gli ordini ed eseguono la compravendita dei titoli. Certo si tratta di una spiegazione semplificata al massimo, perché nella realtà dei fatti lavorare come trader non è facilissimo. Sono richieste grandi competenze e importante senso di responsabilità, perché incorrere in stazionamenti e penalità è estremamente facile per un operatore di borsa.

La Borsa Valori in Italia

La prima e più antica Borsa Valori in Italia è stata istituita a Venezia nel lontano 1630, quando l’Italia non era ancora una Nazione nel senso in cui la conosciamo oggi. Nel 1775 apre i battenti la Borsa di Trieste, seguita successivamente de Roma, nel 1802 e da Milano nel 1808.

Le prime regole sul commercio saranno però istituite a Milano solo nel 1882, all’epoca un po’ chiunque poteva operare nel settore, e non c’erano reali regolamenti, il tutto veniva realmente lasciato in piena libertà di gestione.

Solo nel 1913 venne istituita la Legge Fondamentale, che dava una ferrea regolamentazione alla Borsa Italiana. Grazie a questa legge gli agenti di borsa venivano considerati degli ufficiali pubblici, e quindi a loro venne data l’esclusiva di operare in borsa.

Nascono quindi nel 1913 i primi e veri traders italiani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *