Museo Nuova Era

Un luogo unico per l'arte moderna e realista

Ma cos’è davvero l’arte moderna?

La storia dell'arte moderna del nostro museo riassume la storia dei migliori artisti e dei loro successi come Pablo Picasso. Gli artisti moderni, infatti, hanno sempre cercato di esprimere le proprie opinioni sul mondo che li circonda usando diversi strumenti e tecnologie visive.

“L’arte non può essere moderna: l’arte è primordialmente eterna”.

L’arte moderna rappresenta una serie di idee in evoluzione in un gruppo di un determinato numero di pittori, scultori, scrittori e artisti che, sia individualmente che collettivamente, cercavano nuovi approcci all’arte.

La storia dell’arte moderna del nostro museo riassume la storia dei migliori artisti e dei loro successi come Pablo Picasso. Gli artisti moderni, infatti, hanno sempre cercato di esprimere le proprie opinioni sul mondo che li circonda usando diversi strumenti e tecnologie visive.

Mentre alcuni hanno collegato il loro lavoro a movimenti o idee precedenti, l’obiettivo generale di ogni artista dell’era moderna era quello di far emergere le proprie opere innovative rincorrendo la più pura originalità. Alcuni artisti si sono affermati come pensatori indipendenti, avventurandosi al di là delle forme comunemente accettate “dall’arte nobile” -che all’epoca era l’unica approvata dalle accademie tradizionali a conduzione statale e dai magnati di classe superiore. Questi innovatori rappresentavano soggetti nuovi, emozioni su tele che molti consideravano controverse o addirittura brutte e inguardabili.
Il primo artista moderno a sostenere essenzialmente tutto questo è Gustave Courbet, che, alla metà del diciannovesimo secolo, ha cercato di sviluppare un proprio stile unico e distinto.

Ho studiato l’arte degli antichi e l’arte dei moderni, evitando qualsiasi sistema preconciso e senza pregiudizio. Non volevo più imitare o copiare l’arte altrui. 

E non era nemmeno mia intenzione raggiungere il banale obiettivo di “fare arte per amore dell’arte”. No! Volevo semplicemente disegnare, da una conoscenza completa della tradizione, la coscienza ragionata e indipendente della mia individualità.”
– Gustave Courbet

È riuscito nell’obiettivo nella maggior parte delle sue opere pittoriche del 1849-1850. Ne è un chiaro esempio Seppellimento a Ornans, che ha scandalizzato il mondo dell’arte francese, raffigurando il funerale di un uomo comune in un declassato villaggio contadino. Analogamente, l’opera L’Accademia brusca non è da meno: la rappresentazione di lavoratori agricoli sporchi intorno a una tomba aperta fu sconvolgente, in quanto erano permessi solo miti classici o scene storiche per un quadro così grande.

Funerale a Ornans

Inizialmente, Courbet fu ostracizzato nel il suo lavoro. Solo alla fine si dimostrò molto influente per le generazioni successive degli artisti moderni. Questo modello generale di rifiuto e di influenza successiva è stato ripetuto da centinaia di artisti dell’era moderna presenti nel nostro museo.

La storia dell’arte tende a classificare gli individui in unità di artisti simili e storicamente legati, con la creazione di diversi movimenti e “scuole” per facilitarne lo studio. Questo approccio semplificato è particolarmente adatto in quanto si applica ai movimenti centralizzati con un singolo obiettivo, come l’impressionismo, il futurismo e il surrealismo.

Ad esempio, quando Claude Monet ha esposto la sua pittura Impressioni, Sole Nascente (1872) come parte di una mostra di gruppo nel 1874, la sua pittura e la mostra nel suo complesso non ebbe un grande successo. Tuttavia, Monet e suoi colleghi artisti furono motivati ​​e uniti dalle critiche. Gli impressionisti, dunque, crearono un movimento per gli artisti futuri indipendenti che cercavano di riunirsi in base ad un singolare obiettivo e approccio estetico.

Sunset in Venice, Claude Monet

“La storia dell’arte moderna è anche la storia della perdita progressiva del pubblico dell’arte. L’arte è diventata sempre più la preoccupazione dell’artista e il confusione del pubblico”. 

– Paul Gauguin

Puoi trovare le loro opere impressioniste nelle nostre gallerie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *